Il legno di Rainoldi Legnami diventa la base per il Ponte nel cielo: Immagine
30 Ottobre 2018

Il legno di Rainoldi Legnami diventa la base per il Ponte nel cielo

C’è anche un po’ di Rainoldi Legnani nel Ponte nel Cielo, il ponte tibetano più alto d’Europa, inaugurato lo scorso settembre a Tartano. Sospesa per 140 metri, la struttura è lunga 234 metri e vanta 760 tavole di larice prismate fornite dalla nostra azienda. Un chiaro esempio di come il legno possa adattarsi a svariati usi, non solo in ambito domestico, ambendo a diventare parte fondamentale di un’opera destinata a essere uno dei simboli della Valtellina.

IL PONTE NEL CIELO

E in quel contesto, in mezzo al bosco e in mezzo alla natura, dove la vista spazia su verdi valli, il legno non poteva certo mancare nella realizzazione del Ponte nel cielo, anche per integrare in maniera armonica la struttura con il paesaggio che la circonda. Un materiale come il legno, come dicevamo, si presta a molteplici utilizzi, che esulano dal semplice arredo. Negli ultimi anni il suo uso in ambito architettonico è diventato sempre più preponderante: interi edifici vengono realizzati in legno [vedi anche: Edilizia in legno, grattacieli innovativi e sostenibili https://www.rainoldilegnami.com/blog/categoria-1/edilizia-in-legno ], permettendo così di avere vantaggi sia per quanto riguarda l’efficienza energetica, che il risparmio in termini economici [vedi:  I vantaggi della bioedilizia rispetto alla muratura tradizionale https://www.rainoldilegnami.com/blog/categoria-1/i-vantaggi-della-bioedilizia ]

PROTAGONISTI DELL’EDILIZIA

Considerando la situazione del panorama italiano, nei prossimi anni l’uso del legno nelle infrastrutture potrebbe avere un grosso decollo. Le passerelle pedonali, già nell’ultimo periodo, sono spesso realizzate con questo materiale, ma non è così per – giusto per fare un esempio – ponti stradali o sottopassi. I benefici dell’uso del legno rispetto a differenti materiali – come acciaio o cemento - , oltre ai costi di realizzazione, devono essere un invito agli architetti per orientarsi maggiormente verso questa direzione, trasformando il legno in uno dei protagonisti dell’edilizia.

NESSUN COMMENTO
Lascia un commento
Ho letto e accetto le condizioni della Privacy Policy
tutti i campi sono obbligatori